educazione alimentare scuola alimentaione bambini ricette
Educazione alimentare Appuntamenti enogastronomici Libri riviste Approfondimenti
 
Educazione alimentare
Microonde
Approfondimenti
Appuntamenti mensili
Libri, Riviste, Radio e TV
I link di Ricette online.com
Educazione alimentare Appuntamenti enogastronomici Libri riviste Approfondimenti  
la Cantina
le Rubriche
Contatti
Mappa
Home


L’alimentazione dei bambini in età scolare

Introduzione

L’alimentazione dei bambini in età scolare «

Vedi anche
Indicazioni per una sana e corretta alimentazione
Gli alimenti per curarsi in cucina
Intolleranze alimentari & Allergie

In età scolare si impostano le abitudini alimentari del bambino, in questa fase la famiglia e la scuola devono contribuire alla formazione di uno stile alimentare che il bambino si porterà appresso per tutta la propria esistenza.

Lo stile di vita, i ritmi frenetici del lavoro, hanno modificato notevolmente le abitudini alimentari della popolazione, oggi assistiamo ad un introito eccessivo di calorie, proteine di origine animale, grassi saturi, sodio e una netta carenza di glucidi complessi, fibre, vitamine e sali minerali. A tutto questo poi è necessario unire la monotonia della dieta ed una errata distribuzione dell’apparato calorico: una prima colazione assente o non proporzionata, pasti inadeguati e intervallati da spuntini infiniti.

Per promuovere uno sviluppo armonico e corretto è importante educare i bambini al consumo di molteplici varietà di frutta e verdura. Sarà questo un argomento frequente nei nostri appuntamenti, sono convinto che un’educazione ricca di vegetali possa, abbinata ad un’attività fisica regolare, garantire uno stile di vita ottimale anche in giovane età.

Le basi delle abitudini alimentari si creano in ambito familiare, mentre la scuola attraverso la mensa scolastica svolge una funzione preventiva, intervenendo in un’età in cui le abitudini alimentari sono ancora in formazione, essa agisce su un numero sempre più vasto di utenti in fase evolutiva, mostrando le corrette linee guida per una perfetta educazione alimentare.

I principali errori nutrizionali del bambino:

1. Eccesso calorico rispetto al reale fabbisogno
2. Colazione inesistente o non corretta
3. Errata suddivisione delle calorie durante la giornata
4. Consumo di alimenti troppo energetici e poco nutritivi
5. Consumo di alimenti ricchi di protidi e lipidi di origine animale (formaggio, carne) e carboidrati ad alto indice glicemico (patate, succhi di frutta, snacks)
6. Carenza di fibre e proteine vegetali (frutta, verdura, cereali integrali, legumi) e pesce
7. Abitudine alla frequenza dei fast – food
8. Abitudine al consumo dei pasti davanti alla televisione, contribuisce all’insorgenza del soprappeso
9. Stile di vita sedentario, assenza di attività sportiva

Ripartizione del fabbisogno energetico in età scolare

La giornata alimentare del bambino deve essere distribuita in modo razionale, le calorie totali devono essere così suddivise nei diversi pasti della giornata:
- 15% colazione
- 5% spuntino leggero di metà mattina
- 40% pranzo
- 10% merenda
- 30 % cena

Armando Pasolini

inizio pagina