Piatti freddi, cucinare piatti freddi, ricette piatti freddi ricette online
Educazione alimentare Appuntamenti enogastronomici Libri riviste Approfondimenti
 
Educazione alimentare
Microonde
Approfondimenti
Appuntamenti mensili
Libri, Riviste, Radio e TV
I link di Ricette online.com
Educazione alimentare Appuntamenti enogastronomici Libri riviste Approfondimenti  
la Cantina
le Rubriche
Newsletter
Forum
Contatti
Mappa
Pubblicità & Collaborazioni
Home
 


Approfondimenti

elenco approfondimenti

Piatti freddi

Come preparare un piatto freddo - La temperatura del cibo modifica la percezione del gusto, e solitamente smorza i sapori. Ecco perché i piatti freddi spesso sembrano insipidi: si commette spesso l’errore di prepararli allo stesso modo delle pietanze da servire calde.

Come rendere un piatto freddo saporito? Escludiamo fin da subito l’aggiunta di ulteriori zuccheri, grassi o sale: oltre ad essere poco corretta dal punto di vista nutrizionale, può aumentare in maniera preoccupante la già notevole sete dovuta al caldo.

Le erbe e le spezie ci possono venire in aiuto. Stando attenti a non eccedere con quelle più piccanti, aumentarne il contenuto aiuta a insaporire il cibo. La loro azione, peraltro, non viene particolarmente ostacolata dal freddo.

Cucinare al microonde favorisce l’assorbimento di questi aromi da parte dei cibi, esaltandone l’azione; peraltro, questo metodo scalda l’ambiente molto meno rispetto al forno tradizionale (quasi proibitivo durante i giorni più caldi), alla cottura in padella o sulla griglia.

Proprio i piatti grigliati si prestano bene ad essere consumati freddi, purché siano insaporiti come spiegato più sopra.

Fondamentale è la scelta della materia prima, che dev’essere adatta alla preparazione desiderata. Vediamo in dettaglio cosa scegliere e come cucinarlo.

Carne - Con pochi accorgimenti e una preparazione veloce è possibile gustare dei piatti estivi e freschi a base di carne.

Evitate comunque i tagli grassi e non usate sughi: per quanto siano molto saporiti a caldo, se consumati freddi non sono molto gradevoli. Se volete condire i tagli di carne, fatelo a freddo, aggiungendo magari mostarda o salsa yogurt pronte.

I salumi sono una scelta classica, ma è bene evitare i più grassi e salati. La bresaola valtellinese è una scelta eccezionale in questo senso.

Servitela tagliata a fette su un letto di insalata, cosparsa con foglie di rucola e scaglie di Grana Padano oppure Parmigiano Reggiano e condita con un filo di buon olio extravergine di oliva, oppure preparate dei gustosi involtini di bresaola alla ricotta.

Il roast beef è un altro piatto di carne freddo tradizionale, ma può essere cucinato anche in modo originale: provate il nostro roast beef estivo (bisogna usare il forno per cucinarlo, ma è solo per mezz’ora. Fatelo di sera o in un giorno di pioggia!).

Visto che gli affettati funzionano così bene, perché non crearne di nuovi a partire dai tagli di carne che conosciamo meglio? Di seguito vi mostriamo un esempio di come procedere.

Prendete una costata di manzo piuttosto alta e tenera e mettetela a marinare per alcune ore in frigorifero con vino rosso secco e corposo, olio extravergine d’oliva e una trito abbondante di erbe: alloro, salvia, rosmarino, timo e maggiorana.

Toglietela dal frigorifero, scolatela, fatela saltare in padella con un filo d’olio e cuocetela senza farla indurire. Togliete dal fuoco, salate e lasciate raffreddare. Tagliatela a fettine sottili, quindi servitela su un letto di rucola, condita con un filo d’olio extravergine d’oliva.

Pesce - Un raffinato piatto freddo a base di pesce è sicuramente il giapponese sushi, ormai di moda anche in Italia.

In alternativa, molluschi e crostacei sono eccellenti in preparazioni fredde: potete trovarne un ottimo mix in questa insalata di mare tipica della Campania, oppure usarli come condimento per un gustoso riso freddo.

Riso - Scegliete una varietà di riso a chicco lungo e sottile; bollitelo in acqua salata come fareste con la pasta (senza soffritto e tostatura), scolatelo e aggiungete un filo d’olio. Lasciate raffreddare, quindi condite con gli ingredienti che preferite.

Esistono in commercio condimenti già pronti pensati appositamente per il riso freddo; se preferite prepararvelo da soli, potete seguire i nostri consigli.

Le verdure dovrebbero avere un posto d’onore: contribuiscono alla freschezza della preparazione e danno colore. Piselli, peperoni tagliati a pezzetti, zucchine e cetrioli sono solo alcuni degli ingredienti possibili.

Il mais bollito porta una nota dolciastra ma non sgradevole al mix, specie se questo include ingredienti salati, come cubetti di prosciutto e wurstel.

Chi preferisce il pesce può invece utilizzare gamberetti, moscardini, totani tagliati a pezzetti, cubetti di polipo, cozze e vongole.

Pasta - Lessate la pasta come per una preparazione calda e scolatela ben al dente (tenderà a cuocere ancora un po’ intanto che si raffredda).

Condite con un buon pesto, oppure con un sugo alla frantoia, lasciate raffreddare e servite.

In alternativa, dopo averla scolata, condite saltando in padella con un po’ d’olio extravergine d’oliva e verdure a piacere: peperoni, pomodori, zucchine, cetrioli, funghi… quindi insaporite con abbondanti spezie ed erbe (aglio e cipolla secchi, basilico, paprika, erba cipollina).

inizio pagina