Ricette nuove e vini per la tua cucina. Educazione alimentare su ricette online
Conoscere in cucina Conoscere gli alimenti
  Conoscere in cucina Conoscere gli alimenti  
Conoscere in cucina
la Cantina
le Rubriche
Newsletter
Forum
Contatti
Mappa
Pubblicità & Collaborazioni
Home
 


Conoscere le Erbe e le Spezie

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J
| L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z

Zafferano - Descrizione e Caratteristiche: La prima notizia di zafferano si trova in un papiro egizio scritto circa 1500 anni A.C.. Lo zafferano è il ricavato di una pianta erbacea originaria dell'Asia Minore e della Penisola Balcanica, ma coltivata ormai in gran parte dei paesi Mediterranei (Francia, Spagna, Russia, Iran). In Italia la zona di coltivazione principale é l'Abruzzo. Lo zafferano si divide in:
Comune, se é ancora unito allo stilo;
Scelto, di colore rosso più scuro, costituito dagli soli stimmi del suo fiore;
Il costo dello zafferano è elevato, in quanto si utilizza il solo stimma del fiore: per ottenere un chilogrammo di zafferano occorrono circa ottantamila fiori. Il suo odore é assai caratteristico ed il suo gusto piacevolmente amarognolo; in commercio si trova sia in polvere che in fili. Per essere sicuri di non essere truffati è meglio comprare lo zafferano essiccato da una ditta nota. E' possibile infatti trovare in commercio prodotti contraffatti con polvere di cartamo, detto anche zafferanone o zafferano bastardo. Nei mercati orientali e africani, è facile che la curcuma venga venduta come zafferano.

Utilizzo in cucina: E' usato in diversi piatti per aromatizzare e colorare zuppe di pesce, risotti (Risotto alla milanese) e piatti esotici. Deve essere usato in quantità molto piccole.

Zenzero - Descrizione e Caratteristiche: Pianta erbacea originaria dell'India e dell'Estremo Oriente, coltivata in molti paesi tropicali. Si presenta come una radice ramificata e bitorzoluta, di colore variabile e di consistenza fibrosa. Caratterizzato dal suo gusto forte e aromatico. Si può acquistare in pezzi con o senza corteccia; i pezzi più lunghi sono più piccanti e fibrosi. La radice lasciata intera si conserva, avvolga in un sacchetto di plastica, per 2-3 settimane; in freezer, sbucciata e tagliata a pezzi, per tre mesi. In alternativa la si può far seccare e ridurre in polvere

Utilizzo in cucina: Utilizzato a pezzi per la preparazione di piatti esotici e la fabbricazione di liquori. Quello in polvere, invece, viene utilizzato per profumare alcuni piatti, mentre quello candito é particolarmente apprezzato per l'uso di pasticceria.

inizio pagina

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J
| L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z